CORONAVIRUS: Ammortizzatori sociali

Vista la criticità produttiva dovuta alla situazione sanitaria legata al Coronavirus, entro il fine settimana è attesa l’approvazione del Decreto che apporterà notevoli interventi per sostenere l’economia, con particolare riguardo agli ammortizzatori sociali.

Proprio a riguardo degli ammortizzatori sociali è nell’aria e ci si aspettano notevoli facilitazioni per accedere alla procedura che permetta di ottenere la Cassa Integrazione a favore dei dipendenti in carico all’azienda che conseguentemente alla chiusura delle attività disposta per legge risultano essere non operativi.

Allo stato attuale, grazie agli accordi approvati dalla Regione Veneto (ultimo del 10.03.2020) ci sono già in essere delle specifiche procedure che dipendono dalla tipologia dell’azienda e che permettono di accedere agli ammortizzatori sociali alle imprese. Tuttavia esse prevedono la cosiddetta “procedura ordinaria” cioè che ogni azienda effettui l’accordo con il coinvolgimento delle organizzazioni sindacali al fine di ottenere l’ammortizzatore sociale (ex. Cassa Integrazione in Deroga).

E’ facile comprendere che tali procedure sono in questo momento non percorribili sia per il rispetto della non movimentazione delle persone sia per la massiva richiesta da parte delle aziende a cui le organizzazioni sindacali non sono in grado di rispondere a tutti in tempi utili.

Oltre a questo problema esiste anche quello dell’utilizzo delle ferie e permessi residui maturati a tutto il 2019 per ciascun dipendente prima di poter accedere alla fruizione dell’ammortizzatore sociale.

 

Con l’imminente decreto dovrebbero essere superati questi ostacoli burocratici e facilitato notevolmente l’accesso ai suddetti benefici allargati a:

  • Aziende con meno di 6 dipendenti;
  • Aziende industriali, artigianali, del terziario e delle cooperative;

 

E’ realisticamente atteso che:

  • le procedure vengano notevolmente semplificate in modo da poter inoltrare la richiesta in tempi velocissimi e con effetto retroattivo;
  • vengano risolte e chiarite le modalità di fruizione dei ratei ferie e permessi maturati alla data del 31.12.2019.

 

Pertanto stiamo attendendo l’uscita ufficiale di questo ultimo provvedimento per poter procedere in favore di tutte quelle aziende che si trovano in questo momento nella situazione di sospensione della propria attività quindi con il personale dipendente non operativo.

 

Lo studio invita le aziende interessate ad individuare tra il proprio personale dipendente quello non operativo per il quale si aspetta di ottenere l’ammortizzatore sociale e di segnalarci formalmente tale aspettativa.

 

 

Dott. Giovanni Crozzolin STUDIO COMMERCIALISTICO - REVISIONE DEI CONTI - CONSULENZA DEL LAVORO

P.zza Mauro Sordi 2/7 - 31027 SPRESIANO (TV)
C.F. CRZGNN63E25I927S - P.IVA 03197190261
TEL 0422-881823 - FAX 0422-888295
EMAIL mail@studiocrozzolin.it